breaking news

Europa League, Inzaghi: “Gara col Nizza fondamentale, prematuro parlare del derby”

Europa League, Inzaghi: “Gara col Nizza fondamentale, prematuro parlare del derby”

novembre 1st, 2017
Calcio

ROMA – Simone Inzaghi ha incontrato la stampa a Formello alla vigilia della sfida di ritorno di Europa League contro il Nizza. Ecco le parole del tecnico biancoceleste come riportato dal sito ufficiale del club capitolino:

“Vincendo a Nizza abbiamo messo un bel mattone su questa qualificazione. Domani vogliamo fare una bella partita, manca ancora qualche punto. Due settimane fa non è stata una passeggiata all’Allianz Riviera, la più dura delle ultime. I francesi sono una squadra fisica, con giocatori di qualità che possono metterci in difficoltà.

Cambieremo qualcosa, lunedì ho concesso ai ragazzi un giorno libero. Ieri abbiamo svolto il primo allenamento, avremo ancora due sedute, una oggi ed una domani mattina, poi valuterò con calma. Immobile ha accusato un indolenzimento dopo Benevento e non sarà della partita. Non ho parlato con Ventura ma, come ho detto, non penso di convocarlo. Conoscendolo, vorrà esserci ma valuteremo con lo staff medico. La sua presenza non è però a rischio per domenica.

Il derby arriverà tra venti giorni, la mia testa è esclusivamente sul Nizza. Per noi domani è fondamentale per poter poi giocare le ultime due partite del raggruppamento in modo più sereno. Senza la partita giusta, il girone si complicherebbe ed anche il calendario. Della stracittadina, per ora, è inopportuno parlarne.

Domani torneranno Basta e Palombi. Per Wallace e Felipe Anderson attendiamo la sosta. Stanno meglio, hanno una voglia matta di riunirsi al gruppo ma sono reduci da due problemi non semplici e sono ormai in via di guarigione. Li aspettiamo a braccia aperte, sono due elementi importanti per noi.

Lo scorso anno abbiamo cercato l’Europa League con tutte le nostre forze, siamo stati bravi a rientrare nelle coppe dopo un anno di assenza. Siamo partiti con il piede giusto ma mancano ancora tre partite. È un obiettivo ma vedremo più avanti.

Domani Nani e Caicedo possono partire dall’inizio. Il portoghese è arrivato dopo l’ecuadoregno e con un problema che si portava da Valencia ma ha da sempre lavorato al massimo per fare parte di questo gruppo. Sa come si gioca a calcio, può farlo da prima o da seconda punta ed anche da esterno. È un giocatore completo, ci aiuterà tanto. La stagione è partita nel migliore dei modi ma siamo solo all’inizio e dobbiamo continuare così.

Per il ruolo di play-maker, senza Di Gennaro, abbiamo tre opzioni: confermare Leiva, spostare Parolo o inserire Murgia. Non sarà un problema, valuterò con calma il recupero dei giocatori. Per domenica ho la fortuna di avere una rosa composta di giocatori duttili: Luis Alberto è una risorsa che può ricoprire diversi ruoli. Domenica, negli ultimi 20 minuti, ci siamo messi 3-4-1-2: è un’opzione per il futuro, pur restando sul nostro 3-5-2. Lo scorso anno abbiamo adottato un modulo a seconda delle partite; quest’anno, non cambiando, mi sembra che la squadra abbia più certezze. La rosa è talmente matura che può cambiare tranquillamente in corsa.

Sono felice di avere problemi di abbondanza. Basta è un calciatore importante, che nella prima parte della stagione ci ha aiutato tanto. Ha patito un infortunio contro il Napoli, ha avuto bisogno di tempo per rientrare, domani è a disposizione e vedrò se farlo partire dall’inizio o meno”.

Comments are closed.

UA-53234322-1